Analisi dei mercati

Penultima seduta di settimana che ha registrato una fase di correzione per la maggior parte delle borse del Vecchio Continente dopo gli allunghi delle precedenti giornate; non possiamo dire la stessa cosa per il nostro future che, per il terzo giorno consecutivo, si rivela il migliore di giornata chiudendo la seduta col segno più. L’accordo sulla supervisione bancaria definito durante l’Eurogruppo ha portato un rafforzamento del comparto bancario che come sappiamo incide in maniera determinante sull’andamento del nostro listino. Sono state in primis le banche popolari a sovraperformare il mercato trainando così al rialzo il Ftsemib, che a fine giornata chiude in guadagno dello 0.64% riagguantando area 15800 punti. In territorio positivo troviamo anche la Spagna con l’Ibex che termina con un +0.38%. In rosso le altre borse del Vecchio Continente: Parigi cede lo 0.10%, Londra (-0.27%) ed inifne Francoforte (-0.43%). L’euro prosegue nella sua salita nei confronti della moneta americana, si riporta proprio in questi istanti in area 1.31. Spread tra Btp e Bund in discesa a 329 bp.

A Wall Street, nonostante i positivi dati macroeconomici pubblicati, soprattutto i sussidi di disoccupazione calati di 25k unità rispetto al consensus di mercati, dopo un avvio in territorio positivo prevalgono le vendite: Il Nasdaq cede lo 0.72%, S&P500 (-0.63%), infine il DJ (-0.56%).

Tornando a Piazza Affari, come accennato in precedenza, in vetta al nostro listino troviamo tre banche popolari: si tratta di Popolare di Milano (+4.84%), a seguire Ubi Banca (+4.55%) ed infine Bper (+4.43%). Molto bene anche A2a (+2.58%) ed Enel Green Power (+2.41%). Tra i titoli che terminano in rosso troviamo ancora una volta Saipem e il comparto del lusso anche se con performance non particolarmente negative. Saipem, maglia nera di giornata, cede l’1.10%, a seguire Luxottica (-0.74%), Ferragamo (-0.71%), e Tod’s (-0.32%). In ribasso troviamo anche il titolo tecnologico Stm che cede lo 0.19%.

Per la giornata odierna dal punto di vista macroeconomico in agenda a Ws troviamo in pubblicazione alle ore 14.30 l’inflazione americana, attese stabili allo 0.2% su base mensile, mezz’ora più tardi il Pmi manifatturiero e alle ore 15.15 sarà la volta della produzione industriale rivista in salita dello 0.3%. In Europa dovremo seguire la pubblicazione in mattinata dei risultati sul Pmi manifatturiero dei vari paesi europei. A Piazza Affari sotto la lente degli investitori Fiat Auto in vista della pubblicazione dei dati sulle immatricolazioni di auto in Europa.

Articoli Correlati:

Leave a Reply

News Forex

Sottoscrivi Newsletter

Riceverai una mail con il link di conferma (Se non la ricevi controlla la casella spam)
Sendit Wordpress newsletter

SuperSlider-Menu

 VARIE (1)
 NEWS FINANZA (10)
 DIDATTICA (2)

Sottoscrivi Newsletters

nome
Indirizzo e-mail*