Scegli la tua lingua

Slideshow

Articoli per Categoria

 VARIE (3)
 POLITICA (72)
 POESIE (1)
 FONDI LT (8)

APPARIZIONE DELLA MADONNA DE LA SALETTE

IL DISCORSO DELLA LUNA

IL PAPA E LA MAFIA

Categorie

Condividi su Twitter

Archivi

LA VERGOGNA DI OBAMA E LE UNIONI GAY

Che senso ha incontrare il Papa per poi sponsorizzare idee assolutamente non cattoliche e condannate, senza se e senza ma, dalla Chiesa?) Il Presidente Usa e … getta Obama ha detto che, a suo parere, le coppie gay sono legali. Contento lui, contenti tutti. Bisogna vedere come la prenderà quella parte consistente di elettorato americano conservatore o solo difensore di valori non negoziabili. Evidentemente, Obama cerca la spinta o l’aiutino dei gay e relativi movimenti (forti nella pubblica opinione e nei mezzi di comunicazione) per fare grimaldello elettorale. A questo punto dubitiamo della coerenza di Obama: va dal Papa, chiede udienza, si professa a favore della vita e poi si dichiara in favore delle coppie gay che sono quanto di più anti vita esistano? Anche il suo “direttore spirituale”  ha bollato la ardita affermazione di Obama come “sbagliata e non condivisibile, ma lui faccia ciò che vuole”; oggettivamente da due gay o due lesbiche non è possibile generare vita. Nel privato, due gay o lesbiche facciano come meglio credono e i loro conti, se credenti, li regoleranno col Giudice Supremo, ma uno Stato che voglia dirsi civile, non può legalizzare queste autentiche situazioni che mettono a serio rischio la natalità, la naturale inclinazione dell’uomo e la psicologia dei bambini.

Perché l’unione gay è irregolarità, legittimazione legale dell’anomalia e della vera “malattia ” sociale che tutti con ogni mezzo di legge dovremmo prevenire e “curare”.

Colpisce una frase di Obama. Avrebbe preso questa decisione ascoltando le figlie.  Se fosse vera, saremmo allarmati dell’educazione data da Obama alle figlie, ma conoscendo il personaggio, non ci sta da sorprendersi. Da Obama e relativa mogliettina “contadina”  era legittimo tutto questo. Piuttosto: bella educazione, il presidente degli Usa ha dato alle figlie. Un futuro roseo e libertino.

Complimenti, mister Obama e … vergogna.

Bruno Volpe su Pontifex dell’11 maggio 2012

Articoli Correlati:

Leave a Reply