12 Settembre 2012: Pillole dai mercati

12 Settembre 2012: Pillole dai mercati
Mercato europeo
Con la decisione della Corte Costituzionale tedesca sul Meccanismo di Stabilità Europeo (ESM) che si avvicina più che mai, l’UE sta considerando dei piani per utilizzare la BCE come regolatore bancario. Secondo la proposta, la BCE supervisionerà i regolatori nazionali e metterebbe la parola fine sulla comoda relazione tra regolatori e banche. Questo piano di salvatggio dipende dai tedeschi che sono stati veloci a scartare i pregi di un piano di acquisto illimitato di bond, fino ad interpellare i più alti livelli governativi. Gli indici azionari hanno chiuso per la maggior parte al rialzo, con il DAX tedesco che ha guadagnato il +1.34%, seguito dall’Euro Stoxx 50 a +1.15%. L’SMI svizzero e il FTSE 100 hanno chiuso leggermente in territorio negativo, cedendo rispettivamente il -0.07% e il -0.02%. L’EURUSD è rimbalzata nuovamente oltre la soglia di 1.28, a quota 1.2867.
Mercato asiatico
Mentre tutti gli occhi oggi sono puntati sulla decisione della Corte tedesca e sull’inizio dell’incontro di settembre del FOMC, le borse asiatiche sono fiduciose riguardo a nuovi stimoli cinesi. Il recente piano per la rinnovazione delle infrastrutture, unito alle dichiarazioni di Wen Jiabao riguardo alla possibilità di ulteriori misure di stimolo, hanno spinto al rialzo gli indici, con un contestuale diminuzione del rischio legato ai bond sovrani. Durante la seduta overnight, i principali indici asiatici sono stati scambiati al rialzo, guidati dal Nikkei che guadagna il +1.46%. L’Hang Seng e l’ASX australiano sono entrambi scambiati in territorio positivo e guadagnano rispettivamente il +1.09 e il +0.76%. I mercati sono più positivi in seguito ai dati sugli ordini dei macchinari giapponesi, che hanno schiacciato le aspettative. La coppia USDJPY ha guadagnato il +0.10%, a quota 77.850, mentre l’AUDUSD è cresciuta del +0.31%, a quota 1.0466.
Mercato statunitense
Il dollaro ha ripreso la sua marcia dopo la ritirata di ieri, in vista dell’apertura di oggi dell’incontro a due giornate del FOMC. Le speculazioni riguardanti l’annuncio di nuovi alleggerimenti monetari sono in aumento, con le banche centrali globali che cercano di sostenere il sentimento di fiducia dei consumatori. L’indice del dollaro DXY si è portato sotto la soglia di 80 punti, a quota 78.490, con i rendimenti dei titoli a 10 anni che continuano a salire. La debolezza nell’occupazione sta sviluppando il presentimento secondo cui Ben Bernanke agirà con il fine di evitare una recessione a W e rafforzare così la ripresa. Gli indici statunitensi hanno chiuso al rialzo, guidati dal Dow Jones che ha registrato una crescita del +0.52%. Lo S&P 500 è salito del +0.31%, mentre il Nasdaq ha chiuso in leggero rialzo, a +0.02%. Le materie prime energetiche e i metalli preziosi sono mantenuti al rialzo dalla speranza di nuovi stimoli, con il greggio che torna sopra la soglia dei $97, a quota $97.11. I metalli preziosi si sono anch’essi rafforzati, guidati al rialzo dai future dell’argento che guadagnano il +0.22%.

Articoli Correlati:

Leave a Reply

News Forex

Sottoscrivi Newsletter

Riceverai una mail con il link di conferma (Se non la ricevi controlla la casella spam)
Sendit Wordpress newsletter

SuperSlider-Menu

 VARIE (1)
 NEWS FINANZA (10)
 DIDATTICA (2)

Sottoscrivi Newsletters

nome
Indirizzo e-mail*