26 Settembre 2012: Pillole dai mercati

26 Settembre 2012: Pillole dai mercati
In un recente rapporto la Price Waterhouse Coopers (PWC) ha dichiarato che il problema dei crediti inesigibili che stanno affrontando i 10 più grandi istituti bancari cinesi è solamente l’inizio del problema e che questo fenomeno crescerà ulteriormente. Secondo i loro dati, solo nella prima metà del 2012 e a partire dalla fine del 2011, i prestiti morosi sono aumentati del 333%. Diverse regolamentazioni dei conti e dei sistemi bancari, uniti a una corruzione dilagante rappresentano una piaga per il sistema, che lo rende meno limpido agli occhi degli investitori stranieri che vorrebbero capitalizzare nella forte crescita che si è registrata negli ultimi 10 anni. La crescita potrebbe scendere sotto il famoso livello del 7%, che, secondo l’economista di Pechino Yuan Gangming, rappresenterebbe il livello chiave per mantenere l’occupazione dei cittadini e per offrire una continua stabilità.
Le aspettative future rappresentano la base per molte filosofie di investimento, per questo motivo vi sono molte discussioni tra le grandi menti e gli analisti asiatici sui probabili scenari di atterraggi “duri” e “morbidi”. Con una transizione generazionale della leadership cinese verso la quinta generazione, in arrivo a metà ottobre, le politiche e l’amministrazione della precedente leadership comunista condurranno il paese nella prossima era di crescita ed espansione o gli sforzi non verranno notati, dal momento che le minacce che emergono velocemente contro una crescita esponenziale continua costituiscono degli ostacoli che non possono esser superati? Gli indici azionari cinesi e l’economia australiana hanno agito tradizionalmente come prova del 9 delle decisioni cinesi. Questi mercati si sono forse surriscaldati con una serie di aspettative?
Con quello che potrebbe essere il momento “canarino nella miniera di carbone”, i successivi alleggerimenti globali annunciati di recente non sono ancora stati analizzati completamente per la loro efficacia e il loro successo nella promozione della crescita globale. L’atteggiamento “aspettiamo e vediamo” che prevarrà nei prossimi mesi ci fornirà di sicuro un quadro più chiaro del futuro valore economico della Cina.

Articoli Correlati:

Leave a Reply

News Forex

Sottoscrivi Newsletter

Riceverai una mail con il link di conferma (Se non la ricevi controlla la casella spam)
Sendit Wordpress newsletter

SuperSlider-Menu

 VARIE (1)
 NEWS FINANZA (10)
 DIDATTICA (2)

Sottoscrivi Newsletters

nome
Indirizzo e-mail*