04 Ottobre 2012: Pillole dai mercati

04 Ottobre 2012: Pillole dai mercati
Mercato europeo
Mario Draghi dopo l’annuncio del piano di acquisti asset ha gettato la palla nel campo dei politici, nonostante i paesi diffidenti debbano ancora prendere parte a tale programma. La Spagna, che ha analizzato i termini e le condizioni degli aiuti, non è ancora dell’idea di sedersi al tavolo delle trattative per chiedere aiuto, mentre oggi si terrà un’asta da €5.2 miliardi. Gli stessi paesi che hanno suggerito gli acquisti di asset, ora stanno evitando questo programma. Nel frattempo, nella giornata di oggi la Bank of England e la BCE prenderanno una decisione sui tassi di interesse e si prevede che entrambe le banche centrali li manterranno costanti. Gli indici azionari europei hanno chiuso la seduta di ieri contrastati, con le paure generali che hanno fatto crollare l’IBEX spagnolo, che ha perso il -0.51%, seguito dall’OMX svedese che ha ceduto il -0.44%. L’FTSE 100 ha sovraperformato rispetto agli altri indici, guadagnando il +0.28%, mentre il MIB italiano è salito del +0.25%. La coppia EURUSD è scambiata leggermente al rialzo, a quota 1.2925.
Mercato asiatico
Le borse asiatiche sono scambiate con un tono più propositivo in seguito ai dati in arrivo dagli Stati Uniti, che sono risultati migliori delle aspettative. Il Nikkei ha guadagnato il +1.35%, visto che oggi si darà il via all’incontro di politica monetaria di 2 giorni della Bank of Japan e prima che un cambio nella leadership possa aumentare le pressioni sulla banca centrale per combattere la deflazione. L’ASX australiano e l’Hang Seng sono scambiati anch’essi al rialzo e guadagnano rispettivamente il +0.27% e il +0.20%. La coppia USDJPY ieri ha registrato una decisa corsa al rialzo, e nella seduta odierna continua a salire; al momento è scambiata a +0.18%, a quota 78.620. L’NZDUSD invece guadagna il +0.15%, a quota 0.8206, dopo lo scivolone registrato ieri. L’AUDUSD rimane debole in seguito al crollo registrato ad inizio settimana e cede il -0.03% a quota 1.0213. Per quanto riguarda le altre principali notizie, l’India sta cercando di aumentare gli investimenti stranieri diretti (FDI) eliminando lentamente le barriere per potervi accedere e aprendo le porte a nuovi investimenti in ambito pensionistico e assicurativo.
Mercato statunitense
Anche se l’Europa continua a cedere terreno vertiginosamente, con le misure di austerity che colpiscono la crescita, il quadro dell’economia statunitense continua a migliorare, come sottolineato dai dati ADP sull’occupazione pubblicati ieri e dal miglioramento registrato dall’indice ISM non manifatturiero. Oggi verranno pubblicati i dati riguardanti le richieste iniziali e continuative dei sussidi di disoccupazione, in vista dei dati sui salariati extra agricoli di domani. Il rapporto del FOMC, previsto per oggi, fornirà anch’esso alcuni dettagli sulla recente decisione della Fed di promuovere alleggerimenti quantitativi illimitati. I principali indici statunitensi sono stati scambiati in territorio positivo sulla scia dei dati positivi, guidati dal Nasdaq che guadagna il +0.49%, mentre lo S&P 500 e il Dow Jones si rafforzano e guadagnano rispettivamente il +0.36% e il +0.09%. I prezzi del petrolio cedono circa 4 punti e toccano i minimi di 2 mesi, in seguito ai dati sulle scorte diffusi dal Dipartimento dell’Energia statunitense. I prezzi fino ad ora si sono ripresi moderatamente, e al momento della scrittura il petrolio è scambiato a $88.27 al barile.

Articoli Correlati:

Leave a Reply

News Forex

Sottoscrivi Newsletter

Riceverai una mail con il link di conferma (Se non la ricevi controlla la casella spam)
Sendit Wordpress newsletter

SuperSlider-Menu

 VARIE (1)
 NEWS FINANZA (10)
 DIDATTICA (2)

Sottoscrivi Newsletters

nome
Indirizzo e-mail*