10 Ottobre 2012: Pillole dai mercati

10 Ottobre 2012: Pillole dai mercati
Mercato europeo
La Cancelliera tedesca Angela Merkel e i ministri delle finanze europei hanno lodato gli sforzi del Primo Ministro greco Antonis Samaras per mettere a punto i tagli al budget, mentre la prossima tranche in rapido avvicinamento. Tuttavia, i manifestanti in Grecia non erano altrettanto contenti, dato che in oltre 20.000 hanno urlato il loro dissenso protestando fuori dal parlamento contro la visita della Merkel. Si prevede che l’economia greca calerà ancora del 4% nel 2012 e che le misure di tagli al deficit siano decisamente non sufficienti. Il Primo Ministro spagnolo Rajoy nella giornata di domani incontrerà Francois Hollande, mentre verranno pubblicati i dati riguardanti la produzione industriale dei paesi europei. L’IBEX spagnolo ha guidato gli indici al ribasso, cedendo il -1.85%, mentre l’Euro Stoxx 50 e il DAX tedesco hanno perso rispettivamente il -0.96% e il -0.78%. L’EURUSD è stata scambiata al ribasso ed è scesa sotto la soglia dell’1.29, a quota 1.2857.
Mercato asiatico
I mercati asiatici si sono indeboliti in seguito ai dati sui guadagni pubblicati dal produttore di alluminio Alcoa, che ha dichiarato che le previsioni indicano un declino nella domanda globale. L’azienda è riuscita a battere le aspettative, ma la Cina è stata indicata come il principale ostacolo contro la crescita. Il Nikkei giapponese sta guidando i principali indici asiatici al ribasso, e cede il -1.93%, dal momento che la vendita delle auto è crollata in seguito al conflitto territoriale in atto con la Cina per un gruppo di isole rivendicate da entrambi i paesi. L’ASX australiano si è indebolito e cede il -0.31%, mentre l’Hang Seng ha sovraperformato rispetto agli altri indici, cedendo il -0.21%. Alcuni analisti hanno indicato questo declino come una correzione per i titoli azionari che hanno registrato una forte ripresa a settembre, in seguito all’ottimismo europeo, ma un flusso continuo di cattive notizie ha smorzato tale ripresa. L’AUDUSD ha guadagnato il +0.15%, mentre l’USDJPY rimane invariata e la coppia NZDUSD cede il -0.10%.
Mercato statunitense
Con Alcoa che da il via alla stagione dei guadagni, nei mercati azionari, le minacce alla crescita globale rimangono evidenti nonostante il produttore di alluminio abbia battuto le aspettative. I mercati azionari hanno continuato a cedere terreno dall’annuncio delle ultime misure di alleggerimento e la crisi del debito riesce a rubare i riflettori grazie alle recenti cause aperte contro alcuni istituti bancari. Ieri gli Stati Uniti hanno intentato una causa civile contro la Wells Fargo per frode legata ai mutui, ed in particolare, per pratiche irresponsabili e avventate. Questo riporta in prima linea le garanzie implicite di sostegno alle banche, mentre le promesse di un salvataggio incoraggiano comportamenti rischiosi. Il Nasdaq ha sottoperformato rispetto agli altri indici, cedendo il -1.52%, mentre lo S&P 500 e il Dow Jones hanno ceduto rispettivamente il -0.99% e il -0.81%. Il greggio ha ceduto il -0.48%, a quota $91.95 al barile, dopo aver registrato una crescita di $3.50. L’oro rimane sostanzialmente invariato a $1764.90, dopo le perdite registrate nella seduta di ieri.

Articoli Correlati:

Leave a Reply

News Forex

Sottoscrivi Newsletter

Riceverai una mail con il link di conferma (Se non la ricevi controlla la casella spam)
Sendit Wordpress newsletter

SuperSlider-Menu

 VARIE (1)
 NEWS FINANZA (10)
 DIDATTICA (2)

Sottoscrivi Newsletters

nome
Indirizzo e-mail*