26 Ottobre 2012: Pillole dai mercati

26 Ottobre 2012: Pillole dai mercati
Mercato europeo
Secondo quanto riportato dal FMI, le misure di austerity imposte come parte del programma di salvataggio del Portogallo (da $101 miliardi) stanno avendo un impatto sull’economia maggiore di quanto inizialmente previsto. In altre notizie, la Grecia avrà bisogno di ulteriori $39.9 miliardi di aiuti dai creditori internazionali fino al 2016 per far fronte ad una recessione più pesante di quanto previsto. Aspettatevi che le borse europee aprano al ribasso in seguito all’outlook negativo per il debito greco e che l’euro vada incontro a pressioni ribassiste nei confronti del dollaro. L’economia britannica ha riportato un guadagno nel PIL del Q3 a cui sono andate a contribuire le olimpiadi. Un’altra preoccupazione nell’Eurozona è fornita dalle elezioni locali in Finlandia che si terranno questo weekend, con le previsioni di un avanzamento del partito dei Veri Finlandesi, a favore di un’uscita della Finlandia dall’Europa.
Mercato asiatico
I mercati asiatici sono stati scambiati in territorio negativo dopo la serie di dati economici contrastanti dagli Stati Uniti e i dati sui guadagni di giovedì, con uno yuan forte che ha pesato sugli esportatori cinesi. La valuta cinese, che godeva in passato di una certa prevedibilità, è diventata sempre più volatile. Il Nikkei è stato scambiato in ribasso dello 0.1% guidato dalle continue debolezze dello yen che ha favorito perdite più consistenti. Ci sono aspettative che la Bank of Japan intraprenda nuove azioni di alleggerimento la prossima settimana. L’USD ha ceduto leggermente terreno nei confronti dello yen. Le preoccupazioni di dati deboli sotto il profilo dei guadagni ha spinto l’indice Shanghai Composite in ribasso dell’1.3%.
Mercato statunitense
Fintanto che i dati economici statunitensi non deludono (eccessivamente), i mercati sono disposti ad accettare che l’impegno di misure di stimolo sia volto a bilanciare dati contrastati o deludenti. Il prezzo del titolo Apple sarebbe potuto calare sensibilmente ma non è successo, in gran parte in seguito al taglio delle aspettative che era già stato prezzato dai mercati. I prodotti di Apple continuano a registrare buone vendite (iPhone 5), ma ci potrebbero essere state preoccupazioni per le vendite dell’iPad mini. La spesa aggressiva da parte di Amazon per stimolare la crescita ha mandato in fumo le possibilità di un Q3 in positivo. In altre notizie, il gas naturale cede terreno dopo che le scorte aumentano, i trader dell’oro sono tori alla luce degli stimoli globali e il greggio ha ceduto terreno a 85.53 al barile

Articoli Correlati:

Leave a Reply

News Forex

Sottoscrivi Newsletter

Riceverai una mail con il link di conferma (Se non la ricevi controlla la casella spam)
Sendit Wordpress newsletter

SuperSlider-Menu

 VARIE (1)
 NEWS FINANZA (10)
 DIDATTICA (2)

Sottoscrivi Newsletters

nome
Indirizzo e-mail*