RIPARTONO LE BORSE EUROPEE

Dopo l’ennesimo avvio ancora incerto sui mercati europei ieri l’Europa, aiutata sicuramente da un’ottima partenza di Ws che dopo aver aperto in deciso calo ha recuperato velocemente le perdite virando in territorio positivo, ha finalmente registrato una seduta positiva dopo il lungo trend ribassista delle precedenti giornate. Piazza Affari dopo essersi riportata sugli importanti minimi della scorsa ottava, posti a 14923, ha con forza registrato un ritorno degli acquisti passando prima in territorio positivo e, a partire dalle ore 16.00, incrementato con forza i guadagni chiudendo inoltre molto prossima ai massimi intraday. La piazza migliore del Vecchio Continente ieri è stata Madrid (+1.87%) in salita di quasi due punti, molto bene anche il nostro future Ftsemib (+1.40%) trascinato al rialzo dal comparto bancario e dalle trimestrali che hanno superato le attese degli analisti. Positive anche le altre borse europee, ma con performance più contenute: Parigi (+0.56%), Londra (+0.33%), praticamente invariata Francoforte che sale frazionalmente dello 0.01% rispetto alla vigilia.
Wall Street dopo un avvio molto incerto che ha registrato un’apertura in discesa quasi di un punto percentuale, ha disegnato nei novanta minuti successivi un’ottimo uptrend, un rialzo di quasi venti punti in poco più di un’ora, segnale davvero notevole che mostra la volontà degli investitori di rientrare attualmente long sui future americani. Nella seconda parte di seduta, dopo l’ottimo rialzo, abbiamo registato qualche presa di beneficio intraday che ha riportato così i listini americani in territorio negativo: troviamo il Nasdaq (-0.70%), a seguire DJ (-0.46%) ed infine S&P500 (-0.40%).
Mercato valutario ancora senza particolare direzionalità, l’euro tuttavia recupera qualcosa nei confronti delle principali monete e riconquista area 1.27 nei confronti del dollaro americano.
Tornando a Piazza Affari il titolo sicuramente peggiore è quello del lusso Tod’s, non è piaciuta agli analisti la trimestrale pubblicata nella giornata di ieri che ha fatto affondare il titolo di quasi sei punti percentuali riportandolo in area 88. Male anche Pirelli (-2.88%) in ribasso di quasi tre punti, Enel Green Power (-2.54%), Fiat Industrial (-2.07%) e A2a (-1.38%).
Tra i titoli in verde troviamo tra i primi posti solo titoli del settore bancario che ieri, a seguito anche della diffusione delle trimestrali, hanno registrato un ottimo rialzo sostenendo con forza il nostro future. La migliore di giornata è Intesa San Paolo (+5.11%), a seguire Mps (+4.76%) che rimbalza dopo il test del supporto posto in area 0.20, Popolare di Milano (+4.34%), Unicredit (+4.21%) ed infine Banco Popolare (+3.36%).
Per la giornata odierna dal punto di vista macroeconomico dovremo seguire in mattinata il dato relativo al Regno Unito sul tasso di disoccupazione che verrà pubblicato alle ore 10.30. Importante anche la diffusione del dato sulla produzione industriale europea in agenda alle ore 11.00. Nel pomeriggio dovremo spostare la nostra attenzione, alle ore 14.30, sulle vendite al dettaglio americane previste in discesa al -0.2% e l’indice dei prezzi alla produzione anch’esso rivisto in calo. Molta attenzione dovremo riporla anche in serata quando verranno diffuse alle ore 20, le minute del Fomc. Oggi a Piazza Affari sarà il giorno dei risultati di Exor, da seguire anche attentamente il comportamento di Mediaset, Impregilo, Banco Popolare, Enel e Ferragamo dopo che ieri hanno alzato il velo sui conti trimestrali.

Articoli Correlati:

Leave a Reply

News Forex

Sottoscrivi Newsletter

Riceverai una mail con il link di conferma (Se non la ricevi controlla la casella spam)
Sendit Wordpress newsletter

SuperSlider-Menu

 VARIE (1)
 NEWS FINANZA (10)
 DIDATTICA (2)

Sottoscrivi Newsletters

nome
Indirizzo e-mail*